no man's sky recensione

No Man’s Sky – Recensione

PC Play Station 4 Xbox One
Condividi su:


Recensione – No Man’s Sky è il titolo fantascientifico sviluppato dal team inglese Hello Games e pubblicato da 505 Games. Il team in questione è formato da vecchi dipendenti di società come Electronic Arts, giusto per citarne una. Il Survival Spaziale sin dalla presentazione del 2013 ha suscitato tanta enfasi e curiosità per gli amanti del fantascientifico e dei giochi ambientati nell’esplorazione spaziale. L’attesa terminò al lancio dell’agosto 2016 per la piattaforma PlayStation 4 e Windows, successivamente, nel 2018 fu lanciato anche per Xbox One; purtroppo non furono tutte rose e fiori ma il team di sviluppo negli anni ha dimostrato di riuscire a cambiare radicalmente le sorti di un titolo che, ad oggi è uno dei più popolati online.

no man's sky -recensione


No Man’s Sky – Recensione
Houston… Abbiamo un problema!


Durante i primi periodi di vita No Man’s Sky fu preso d’assalto dalla critica e da utenti che lo abbandonarono presto. Tra innumerevoli bug e la monotonia sentita dai giocatori, il team ha presto dovuto rimboccarsi le maniche ed allargare la propria visuale per riuscire a “rilanciare” il titolo.

Se pensiamo che inizialmente il gioco non era online, privo di eventi, giocabile solo su PS4 e Windows, soprattutto non cross platform, allora ci rendiamo conto che ad oggi i cambiamenti sono stati davvero radicali.

Uno dei problemi che ha fatto scatenare l’allontanamento di massa degli utenti fu durante un aggiornamento del 2018, il quale causò la perdita dei salvataggi. Molti utenti videro scomparire i propri salvataggi di partite durate anche più di cento ore e costretti a ricominciare quasi dall’inizio.

L’aggiornamento in questione voleva però cominciare a dare una svolta al gameplay inserendo la componente multiplayer. Con ciò si voleva abbattere la barriera della monotonia che i giocatori stavano riscontrando, aggiungendo tanti eventi cooperativi che si sarebbero aggiornati ogni giorno.


Per Aspera Ad Astra


Tanto di cappello per il team di Hello Games; ad oggi, grazie a vari aggiornamenti, correzioni e componenti aggiunti può vantare un titolo che arriva a milioni di giocatori online ogni mese. Già dal 2018 con la decisione di diminuire il costo del gioco, lo sbarco su Xbox One, tanti aggiornamenti e novità, No Man’s Sky comincia a rinascere.

no man's sky - recensione

In No Man’s Sky vestiremo i panni di un esploratore che ha perso la memoria. Siamo proiettati in galassie infinite dominate da tre specie: i Vy’Keen, i Gex e i Korvax. Con ognuna delle specie potremo aumentare la nostra reputazione compiendo delle missioni per loro. Si pensi che ci siano centinaia di galassie e “più o meno” 18 miliardi di miliardi di corpi celesti. E’ facile restare a bocca aperta di fronte a dei sistemi con pianeti, lune e tanti colori diversi, con la possibilità di poter atterrare su un qualsiasi pianeta ed esplorarlo, conoscere nuove specie viventi e catalogare tutte le specie animali, vegetali e minerali.

no man's sky - recensione

Sempre grazie ai nuovi e costanti aggiornamenti potremo incontrarci e giocare con giocatori di piattaforme diverse dalla nostra. Nel gioco è presente una stazione spaziale di nome Anomalia. Quest’ultima è possibile richiamarla in qualsiasi momento ed in qualsiasi sistema; in essa è possibile incontrare nuovi giocatori e prendere parte ad una spedizione cooperativa, acquistare potenziamenti od imparare nuove ricerche di costruzione.


No Man’s Sky – Recensione
E’ tutto così… infinito


Se non fosse per i numerosi bug ancora persistenti, difficilmente ci si stanca di giocare su No Man’s Sky. Se prima una delle critiche era la monotonia, oggi contrariamente avremo la possibilità di poter fare tante di quelle cose che non basterebbe una recensione per descriverle. Mi limiterò a fare un elenco ed una breve descrizione su tutto ciò che riusciremo a fare.

Una delle cose più interessanti è la possibilità di poter acquistare, scambiare o trovare nuove astronavi. In queste possiamo anche aggiungere delle mod. (modifiche) e, in base al loro grado ed alla classe della nostra nave, potremmo andare ad inserirle all’interno di appositi slot delle navi per aumentare determinate prestazioni.

no man's sky - recensione

Scoprendo per primi dei nuovi sistemi, pianeti, animali, vegetali e minerali potremo assegnare loro dei nomi. Si avrà la possibilità di poter colonizzare un pianeta costruendoci delle basi… Ebbene sì, uno dei punti forti di No Man’s Sky è proprio la possibilità di poter costruire delle basi e dare libero sfogo alla propria creatività, senza limiti!

Avremo a disposizione tanti tipi di mezzi per spostarci velocemente sui pianeti, tra cui anche un mezzo marino per l’esplorazione dei fondali, con la possibilità di costruire anche basi marine.


Die Hard!


Su No Man’s Sky potremo imbatterci in battaglie spaziali dove ad attaccarci potrebbero esserci anche numerose astronavi contemporaneamente, persino con la presenza di un mercantile. Le battaglie sono però molto semplici, anche giocando a difficoltà elevate, con un’astronave base riuscirete a cavarvela molto bene avendo giusto un po’ di dimestichezza con la vostra nave.

Con gli ultimi aggiornamenti sono stati aggiunti i mercantili con i quali è possibile reclutare delle fregate che potrete inviare in spedizioni dalle quali torneranno con dei bottini. Nei mercantili è possibile costruire la propria base e nell’hangar avrete a disposizione tutta la vostra collezione di astronavi. Il mercantile è possibile richiamarlo in qualsiasi sistema voi vi troviate ed è quindi come avere una base mobile sempre a portata di mano.

no man's sky - recensione


No Man’s Sky – Recensione
“Il cielo di nessun uomo”


Sono molto sorpreso dall’impegno del team di sviluppo per tutti i progressi svolti su No Man’s Sky. Dopo centinaia di ore di gioco posso solo dire che mi sono divertito tantissimo; ho costruito le mie enormi basi, acquistato navi bellissime di classe S e quando ci sono riuscito, ho giocato in coop. Ho specificato “riuscito” perché purtroppo, nonostante tanti aggiornamenti e tanti nuovi contenuti, restano vivi molti bug, anche abbastanza grossi e snervanti che per qualcuno possono risultare ai limiti della giocabilità.

Anche se ci sono molti membri della comunità come me che ci hanno fatto il callo ed in un modo o nell’altro hanno trovato un modo per evitarli o non pensarci, i bug, anche grossi, ad oggi che scrivo questa recensione… restano.

Punti di vista evidenti

Uno dei tanti bug è quello che dopo aver modificato un terreno, ed averci costruito una base, dopo tante e tante ore di lavoro, al riavvio del gioco vi ritroverete il vecchio terreno asportato nuovamente al suo posto e la vostra base sommersa all’interno di esso.

La soluzione per molti è quella di non modificare il terreno. Viene giusto pensare, perché dare la possibilità di modificare il terreno se dopo non è possibile costruire!?

Altro bug sempre molto snervante riguarda l’elemento coop. Se si prova ad invitare un amico, dopo che esso ha fatto ingresso nella vostra partita non sarete in grado di vederlo, in pratica risulta disconnesso dal vostro sistema. Quest’ultimo forse non riguarda tutte le piattaforme. Quando capita dovrete armarvi di tanta pazienza e tanta fortuna che si ristabilizzi il tutto per poter riuscire a giocare in coop.

Un altro bug è che senza alcun motivo il vostro personaggio si faccia male e resti con un pizzico di vita, basterà una caduta dall’alto o un colpo di qualche animale ostile per dargli il ko. Giocando in modalità Morte Permanente sono diventato bianco dalla paura di poter perdere tutti i miei progressi dopo aver riscontrato per l’ennesima volta questo bug.


Considerazioni Finali


Mettendo da parte l’elemento bug, No Man’s Sky è un Survival Spaziale che offre tanto divertimento con una moltitudine di cose da fare che difficilmente riuscirete a staccarvi. In italia vanta una grande community molto attiva ed un hub italiano in gioco di nome Galileo. Potrete giocare per mille ore ma resterete sempre a bocca aperta ogni volta che visiterete un nuovo sistema ed esplorando nuovi pianeti, come se fosse la prima volta. E’ estremamente emozionante decollare con la propria astronave ed andare all’esplorazione di un universo infinito.

no man's sky - recensione

Quando si decide di atterrare e staccare dall’esplorazione spaziale, entra in gioco l’architetto che è in voi. Le costruzioni di No Man’s Sky danno libero sfogo alla creatività regalando ore di divertimento senza limiti. Per l’occasione ho anche creato delle guide, una per la creazione di impianti per porte automatiche con tanto di schemi ed una guida su come ottenere i Dati Recuperati, con tanto di video per un trucchetto molto simpatico.

E’ sicuramente un titolo di questa generazione che va giocato, non basterebbero mille righe per descriverlo.


Gilbrush
In alias Gilbrush
Sono cresciuto tra computer, videogiochi e strumenti musicali, le mie più grandi passioni che oggi sono il mio lavoro. Oltre a dedicare gran parte del mio tempo al mondo videoludico dedico altrettanto al mio lavoro principale di programmatore informatico.

“Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”
Confucio

Verdetto

8.1

Grafica

9.0/10

Sonoro

8.0/10

Longevità

9.5/10

Gameplay

6.0/10

Pro

  • Con l'aggiunta del multiplayer ed il cross platform ha raggiunto il top
  • Costruire ed esplorare non è mai stato così coinvolgente
  • Facile da capire
  • Presenza di una community molto attiva

Contro

  • Ancora troppi bug grossi irrisolti
  • Le missioni coop risultano ripetitive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *